Graubünden Ferien

Viamala esperienziale

Grand Tour

Meta del Grand Tour of Switzerland è il percorso stesso che si snoda per 1'600 chilometri attraverso le zone più incantevoli del nostro paese mettendo in evidenza la varietà, i molteplici volti e anche la spettacolarità della Svizzera. Quattro regioni linguistiche, cinque passi alpini, undici siti dichiarati Patrimonio mondiale dell’UNESCO, due biosfere e 22 laghi. In breve, l‘occassione per fare il pieno di Svizzera in un susseguirsi straordinario di perle paesaggistiche e culturali.

Road Empire: il traffico di transito nell'impero di esperienza Viamala

La regione di Viamala è sempre stata caratterizzata da un traffico di transito internazionale e lo è da oltre 2.000 anni. Già i Romani percorrevano Chiavenna e lo Splügenpass o Bellinzona e il Passo del San Bernardino fino alla gola della Viamala e più a nord lungo il Reno. Questi due percorsi sono stati i più diretti e veloci attraverso le Alpi e hanno lasciato tracce indelebili. Ad esempio, nel cuore della gola della Viamala, dove le mezze gallerie scavate nella roccia dai Romani erano ancora in uso secoli dopo il declino dell'Impero Romano e sono ancora oggi in parte visibili.

Quando il commercio di merci attraverso le Alpi fiorì nel Medioevo e gli agricoltori locali lungo le vie di transito alpine Splügen e San Bernardino formarono cooperative di trasporto - i cosiddetti Porten - che da allora in poi si occupavano sia della manutenzione stradale che del trasporto di merci, garantendo così ai contadini della regione un reddito supplementare vitale, i mulosi seguivano le vie degli antichi romani.

E questi sentieri sono ancora oggi utilizzati. Tuttavia, non più per la circolazione delle merci. Questo non avviene più a cavallo a dorso di mulo rispetto alle "cattive vie" (las veias malas). Oggi, moderni autocarri da 40 tonnellate trasportano merci di ogni tipo a ritmo sostenuto da nord a sud e viceversa attraverso la moderna autostrada A13 e la galleria del San Bernardino. Le tracce dei Romani, invece, sono ancora oggi visibili e i sentieri storici sono diventati un'attrazione turistica. In particolare il sentiero escursionistico culturale e a lunga percorrenza viaSpluga, che da oltre un decennio è un punto di riferimento per gli appassionati di escursionismo di tutto il mondo.

Le tracce della storia degli Alptransit sono onnipresenti. E questo in un paesaggio in gran parte intatto. Beni culturali di importanza nazionale e internazionale aspettano di essere scoperti da voi! Ad esempio, la leggendaria gola della Viamala, l'impressionante gola della Roffla e l'eccezionale soffitto della chiesa di San Martino a Zillis.

Mini-ritratto dei villaggi direttamente sul percorso Grandtour

  • Thusis

    Thusis, con la sua caratteristica Neudorfstrasse, è il centro della regione ai piedi del Piz Beverin e al portale settentrionale della gola della Viamala.

    Per saperne di più su Thusis
  • Zillis

    La mostra in Postplatz documenta la storia del famoso soffitto romanico della chiesa di San Martino del XII secolo. Visitate prima la mostra, poi la chiesa!

    Per saperne di più su Zillis
  • Andeer

    Andeer è famosa per la sua sorgente medicinale con bagno minerale e l'esclusivo granito verde di Andeer.

    Per saperne di più su Andeer
  • Bärenburg/Rofflaschlucht

    Il sentiero Rofflaschluchlucht-Weg, che conduce sotto le acque fragorose del Reno, offre emozioni. nit. nit.

    Per saperne di Rofflaschlucht
  • Sufers

    Sufers è il villaggio più antico del Rheinwald. Il serbatoio costruito all'inizio degli anni '60 ha portato Sufers non solo l'inizio del lago.

    Per saperne di più su Sufers
  • Splügen

    Il trasporto di merci attraverso i due passi alpini Splügen e San Bernardino ha plasmato per secoli la vita del paese e l'aspetto dell'insediamento ed è ancora oggi presente.

    Per saperne di più su Splügen
  • Hinterrhein

    Hinterrhein è il più antico insediamento Walser dei Grigioni e il primo villaggio sul giovane Reno posteriore, che si erge più a valle sul Rheinquellhorn.

    Per saperne di più Hinterrhein